Curriculum Vitae

La storia di Marit Bech

Marit Bech

Nazionalità Norvegese ed Italiana (di origini Russa)
Data di nascita: 7 Marzo 1947
Luogo di nascita: Oslo
Residenza: Roma

E’ nata ad Oslo il 7 Marzo 1947. Attualmente risiede a Roma. Proviene da una famiglia di artisti tra i quali si sono particolarmente distinti: Thomas Bech , violinista e compositore e Jon Erich Bech, regista cinematografico ad Hollywood. Ha studiato con il grande mimo Marcel Marceau con il quale, essendone cugina, ha anche lavorato sul piano artistico e culturale.

  1. “ Member OF INTERNATIONAL VAGANOVA METHOD SOCIETY “.
    Si tratta dell’Accademia più prestigiosa del mondo per la danza classica secondo il metodo russo. Da questa scuola sono usciti ballerini molto famosi anche nei paesi Occidentali come: Rudolf Nureyev, Mikhail Barishnikov , Natalia Makarova , Svetlana Zakharova ed altri.
    MaritBech dal 1989 è l’unica docente di danza in Italia che insegna il metodo Russo Vaganova per la formazione di insegnanti nei diversi gradi di istruzione avendo conseguito l’abilitazione per l’insegnamento dall’Accademia Vaganova di St. Pietroburgo dal 1° al 8° corso/anno.(parole di Giuliana Penzi)
  2. E’ componente del Consiglio Internazionale della Danza dell’ Unesco

Ha iniziato gli studi della danza classica all’età di 5 anni e si è diplomata con Rita Tori, Opera di Oslo, nel 1965.

Si è diplomata (parallelamente allo studio della danza) anche in Educazione fisica con specializzazione in anatomia e pedagogia. Il titolo è comparabile oggi con la Laurea breve in Italia.

Ha studiato ginnastica artistica e ritmica, musica, ritmo solfeggio, mimica, dizione, recitazione ed improvvisazione teatrale all’istituto “Njard” diretto da Eva Berge.

Ha conseguito poi il diploma per l’insegnamento della danza classica presso l’Accademia Nazionale di Danza diretta da Jorunn Kirkenaer.

Ha compiuto gli studi della danza modern jazz al “Ballet Center” di Oslo diretto da Randi Froensdal.

A San Pietroburgo ha appreso la tecnica russa dell’insegnamento di danza Classica all’Accademia “Vaganova “, studiando con Ludmila Safronova(alunna della stessa A. Vaganova) secondo il suo famoso metodo di insegnamento dal 1° al 8° anno/corso. Inoltre ha studiato repertorio e danza classica con l’Etoile del Teatro Marinski , Alla Ossipenko ;passo a due con Oleg Sokolov, primo Ballerino al Marinski; danza di carattere con Irina Genzler, decana nell’insegnamento della danza di carattere. Ha inoltre studiato con Marina Vasilieva( responsabile del corso specifico per insegnanti) le metodologie dell’insegnamento, con Valentina Chistova danza storica e con Alexsander Stiopin interpretazione scenica e artistica.

Per le coreografie e l’insegnamento dell’interpretazione della danza classica ha studiato e si rifà al metodo Stanislavski , adottato nelle accademie russe (vedi il coreografo Rostislav Zakharov ).

Ecco due delle più grandi Ballerine di tutti i tempi che stimavano La giovane Marit Bech.

Eccola con la Grande étoile Natalia Dudinskaya all’accademia Vaganova di St. Pietroburgo dove insegnava . Il rapporto tra Natalia e Marit , sembrava materno per l’apprezzamento della capacità artistica ed in particolar modo : l’interpretazione , cosi cara per i Russi visto che è il linguaggio della espressione corporea come per il Teatro di prosa è la parola detta.

La Dudinskaya nata nel 1912 ha trionfato per molti anni . ballando e poi insegnando fino a 91 anni del 2003.

La seconda Etoile che ha sconvolta la vita della giovanissima Marit quando vide la Maya Plisetskaya ballare la Carmen . Lei Russa , sembra assolutamente una Spagnola nella parte di Carmen e faceva impazzire il pubblico non solo per la bravura fuori classe , ma anche per una interpretazione stupefacente cosi forte che ti prendeva la … gola dall’emozione. L’umanità della grande Maya si dimostra della bella foto mandata a Marit per il suo compleanno nel 1983.

La sua intensa e brillante carriera è costellata di titoli, creazioni, successi e riconoscimenti.

Nel 1965 ha vinto la medaglia d’oro che le è stata consegnata personalmente dal Re Olav.

La sua fama di coreografa “oltrepassa” le frontiere scandinave per la versatilità, la completezza e la creatività che le permette di esprimersi nelle condizioni più diverse e nelle realizzazioni più difficili.

Nel 1973, su invito ed incarico del comitato Olimpico Italiano, ha realizzato le coreografie della squadra Nazionale Femminile per i Mondiali di Varna ( Bulgaria), qualificandosi anche per le Olimpiadi di Montreal (Canada).

Avendo ricevuto tante offerte di lavoro in Italia, si è stabilita nella città di Roma.

Riconoscimenti

Come riconoscimenti ha ricevuto il titolo Accademico da parte dell’Accademia Internazionale “ Burckardt”, in Svizzera, nel 1982

ed il titolo di Senatore Accademico, assieme al Premio Nobel Carlo Rubbia al celebre Compositore Goffredo Petrassi e a Barry Sverski vice presidente dell’Unesco , da parte dell’Accademia Internazionale “Medicea” di Firenze nel 1984.

Premi:

Tra i numerosi premi che le sono stati conferiti ricordiamo:

Premio “ Pegaso “ a Firenze, 1982.

Premio “Città di Aprilia” e

“Tersicore D’oro”, 1984.

Premio “ Apollo Musagete “insieme a Marcel Marceau, 1985.

Top Parade” Positano 1986, diretto da Franco Zeffirelli.

Festival di Tokio.

Festival di Parigi.

Ed altri riconoscimenti per la sua nota coreografia “Cabaret 1“ etc.

E’ autrice di moltissime ed importanti coreografie per la televisione, per il cinema e per il teatro. Ne ricordiamo:

La ballerina dell’anno, Oslo 1966.

Migliore interprete, Gol 1967.

Migliore coreografa per bambini, “fiabe Norvegesi”, 1968.

Migliore coreografa per lo sport, 1970.

Premio “Musical”, 1971 .

Coreografie originali di danza classica 1° premio, 1972

“Orient Express” (Teatro).

“ Medico per forza “ (Teatro).

“ Viva le Donne” (Televisione Canale 5).

“Warm Up” ( Film Americano ).

“La tua prima volta “ (co-protagonista e coreografa del Film).

“Festa d’estate” (Film per la Televisione Rai 1).

“Blessed among the women” (Festival di Ravenna 1994).

“Serata Erik Satie” (Festival di Positano 1995).

Nel 2011 Per richiesta dalla Norvegia ha creato la DANZA nel ACQUA.

L’elenco delle sue coreografie è interminabile come pure quello dei Balletti e dei Musicals da lei ”rivisitati”. Ne citiamo alcune:

Coreografie: Pinocchio e del Festival degli Etruschi.

Cabaret I : con Vladimir Derevianko, richiesto per il festival di Spoleto, 1984;

Cabaret 2: con Tiziana Lauri, dell’ Opera di Roma.

Chiaro di Luna, Hello Dolly con Stefania Minardo 1^ Ballerina dell’Opera di Roma ,(richiesto per il festival di Cuba),Bolero, Carmen, Evergreen, L’importante è finire e tanti altri ancora.

Balletti : La fille mal guardèe , La bella addormentata nel bosco, Lo schiaccianoci, Paquita, Raymonda, Danze Polovesiane, Petrushka, Gayane ed altri.

Musical: Cat’s , Hair, West Side Story , Starling Exoress etc.

N.B. Alcune sue coreografie, con nome Marit Bech, sono visitabili su YOUTUBE.

INCARICHI

Direttrice Artistica , insieme al grande Tenore Ferruccio Tagliavini, del Premio internazionale Apollo Musagete.

Direttrice Artistica di “Amici della Danza “ con Presidente Giuliana Penzi , già Direttrice dell’Accademia Nazionale di Danza a Roma.

Direttrice Artistica per l’Italia dalla DWC ( la Coppa del mondo di danza).

Direzione Artistica del concorso e festival “ Tersicore D’oro”, 1984.

Dal 1982 collabora con la Baronessa Batsheva De Rothschild, mecenate della grande ballerina e coreografa americana  Martha Graham, promuovendo in tutti quetsi anni numerosi progetti di danza ed eventi culturali.

Sempre nel 1982, in veste di regista di massa, ha curato la cerimonia di apertura “Winglaider” ai Campionati mondiali per la qualificazione alle Olimpiadi di Los Angeles del 1984.

Marit è considerata pioniera della divulgazione del metodo russo Vaganova in Italia Dall’anno Accademico 1989/1990 quando comincia insieme alla Prof.essa Giuliana Penzi (già direttrice dell’accademia nazionale di danza a Roma), i corsi di formazione insegnanti di danza appunto del metodo Russo Vaganova. Dal 1997 continua da sola il compito di divulgare i corsi in tutta l’Italia ed all’estero fino ad oggi 2016 , quindi sono già 27 anni.

Dal 1990 insieme a Giuliana Penzi,organizza la rassegna annuale  “Primavera di Danza”.

Dal   1992 è la responsabile per L’Italia dello stage/ festival di Chateauroux (Francia) dove ha tenuto il corso di Danza Classica e repertorio.

Nel 1997 ha creato le coreografie della serata di chiusura del festival  “Infiorata di Genzano “,con gli alunni dell’Accademia Nazionale di Danza di Roma.

Dal 1990, tiene corsi  per insegnanti diplomati e non, sul metodo Russo “Vaganova”, programma dell’Accademia di St. Pietroburgo dal 1° al 8° anno/corso di studio, in molte città italiane.

Dal 2002 la professoressa Marit Bech offre, agli insegnanti che studiano sotto la sua direzione il metodo russo, la possibilità di partecipare ad un seminario di danza classica a San  Pietroburgo nella  nota Accademia Vaganova.